Prenota il tuo
Trattamento

Come evitare le scottature e sfoggiare un'abbronzatura dorata.

Come evitare le scottature e sfoggiare un'abbronzatura dorata.

So bene che l'inverno è stato duro.


Che le brume invernali vi hanno ingrigito l'animo e che ora, quando vedete un raggio di sole, sembrate come quei naufraghi che gridano: "terra! terra!"


Ciò non di meno, dovrete convenire che le ustioni di terzo grado non sono comunque un doveroso tributo al divino.

Quindi, NO alle rosolature senza coscienza, quelle che vi fanno apparire perfetti per le prime grigliate estive..solo se fate parte del menu!


E non ghignino quelli che, per natura, assumono subito la nuance cuoio battuto che dai, comunque, fa veramente troppo anni ottanta.


Ecco perché, in coscienza, mi sentirei di darvi alcuni suggerimenti per quella che viene chiamata una corretta esposizione solare.


Ma che ve lo dico a fare?

So benissimo che siete preparate e sapete tutto su fototipi, lozioni e tempi di esposizione.

Quello che forse non sapete é che esiste anche una fase preparatoria all'abbronzatura che molti centri estetici offrono e che aiuta la pelle ad eliminare le cellule morte e/o a stimolare la produzione di melanina.


Quindi, in primavera, prepariamoci con una semplice pulizia del viso e coccoliamoci con un massaggio in cui sia ricompreso un scrub corpo, così da eliminare le cellule morte che rendono la pelle, soprattutto se prendiamo sole, ispessita e opaca. Se poi miriamo ad un’abbronzatura dorata e perfetta, esistono centri esperti in trattamenti e prodotti (i Tan Enhancer) appositamente studiati per difendere la pelle da danneggiamenti del DNA cellulare e dal foto invecchiamento e che la mantengono morbida e setosa.


Questo post vuole, in effetti, spezzare una lancia a favore del sole, incriminato negli ultimi anni delle peggiori nefandezze e che invece, con le dovute cautele, è davvero un toccasana, sia da un punto di vista fisico sia da un punto di vista psichico. Non dimentichiamo che dal sole dipende il metabolismo della vitamina D che, anche a voler tralasciare il rachitismo, malattia del secolo scorso, rimane baluardo indiscusso contro l’osteoporosi e, the last, but not least, la carie. Vogliamo parlare poi di quanto il sole faccia bene all’umore? Vi siete mai chieste, ad esempio, come mai la psicoanalisi è nata in Germania, dove, non a caso, i grattacieli prendono il nome di grattanuvole e non invece in Grecia o in Spagna?

Senza sole, carissime lettrici, si ha un peggioramento dello stato emotivo per mancata produzione di serotonina ed un aumento dei comportamenti aggressivi, dovuto alla peggiore tolleranza allo stress.


Allora salutiamo felici l’estate che avanza, ma anche la nostra estetista di fiducia, ricordandoci di prenderci cura di noi stesse, prima di prendere scottature!

Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website:
* Comment:
Type Code
Prenota subito