Prenota il tuo
Trattamento

Prevenire e curare la cellulite

Prevenire e curare la cellulite

Inutile dire che la cellulite è uno tra gli inestetismi più odiati dalle donne. Ma di che cosa si tratta e come possiamo prevenirla e/o curala una volta comparsa?

Anzitutto, l’inestetismo che comunemente chiamiamo cellulite porta il termine medico di pannicolopatia-edemato-fibro- sclerotica ed è un’alterazione (ispessimento) delle strutture del tessuto connettivo che si manifesta in superficie con la conosciutissima pelle “a buccia d’arancia”.
La cellulite, dunque è una malattia a tutti gli effetti, e infatti ne sono afflitte non soltanto donne in sovrappeso, ma anche donne magrissime proprio perchè non è strettamente dipendente dalla quantità di massa grassa contenuta nel corpo.

Ora, esaminando le cause che provocano questo fastidioso inestetismo, scopriamo che una delle principali è la ritenzione idrica e una circolazione sanguigna venosa debole.

I fattori che determinano queste alterazioni fisiologiche sono detti primari, se si tratta di fattori congeniti presenti dalla nascita e non modificabili e secondari o aggravanti che determinano in soggetti già predisposti il proliferare di questa malattia e che sono principalmente:
1) l’alimentazione poco sana;
2) l’assenza di moto o attività sportiva;
3) abiti troppo stretti, scarpe con tacchi troppo alti o troppo bassi;
4) fumo;
5) postura sbagliata.

Quindi, girls, se per i fattori congeniti nulla si può fare, impariamo a lavorare su quelli secondari o aggravanti.


Adottiamo un'alimentazione sana, ricca di verdure e frutta, impariamo a bere moltissima acqua, ma anche tè verde e altre tisane (non zuccherate ovviamente), che aiutano a eliminare tossine.

Fuggiamo dalle cattive abitudini, aboliamo sigarette e alcool.

Impariamo a muoverci e praticare almeno 30 minuti al giorno di attività fisica.
Oltre a questi accorgimenti, nel quotidiano sarebbe buona regola, durante la doccia mattutina e serale, massaggiare la pelle interessata dall’inestetismo con un guanto di crine cospargendo poi la pelle con un olio.

Quando si ha più tempo invece si può far sciogliere nella vasca del sale grosso immergendovisi poi per circa venti minuti.

Questo trattamento aiuta a sgonfiare le gambe, favorire la circolazione sanguigna e ridurre i “buchini” della pelle “a buccia d’arancia.
Altri trattamenti davvero efficaci sono i fanghi.


La fangoterapia ha origini molto antiche e nasceva proprio in quei luoghi dove la conformazione geologica rendeva disponibili l’utilizzo delle sorgenti e delle acque calde.


I fanghi applicati sulla pelle possono agire davvero in profondità, ce ne sono diversi tipi e possono avere origine marina o termale.


La cellulite, dunque, si combatte col "fuoco incrociato".

Non dimenticate di affidarvi a mani esperte, ma soprattutto ricordatevi che voi stesse potete agire al meglio sulla vostra forma fisica con un po' di buona volontà.

Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website:
* Comment:
Type Code
Prenota subito