Prenota il tuo
Trattamento

Massaggio connettivale o circolatorio.

Massaggio connettivale o circolatorio.

Il Massaggio come terapia volta a riequilibrare stasi linfatiche, distonie muscolari e neurovegetative.


Termini astrusi per chi non fosse del settore, ma che in realtà sono di facile comprensione se solo si entra in un’ottica di armonia del nostro essere con il mondo circostante.


Il massaggio cerca di restituire al corpo quella salute e quella sensazione di benessere che costantemente viene minata da:


1) Cattive abitudini alimentari;
2) Mancanza di movimento;
3) Stress psicologici.


Non stiamo cercando di far credere che il massaggio abbia dei poteri magici, ma piuttosto di far comprendere che il sistema - mondo in cui la maggior parte di noi vive ed opera, crea continuamente al nostro corpo delle prassi di compensazione che si traducono poi in inestetismi (ad es la cellulite) o in vera e propria sofferenza (dolori muscolari).


In quest’ottica, il massaggio connettivale o circolatorio, risulta davvero imprescindibile per coloro che sono affette da una cellulite "fibrosa" caratterizzata da tessuto connettivo compromesso nella sua struttura anatomica e da aree fibrose del tessuto adiposo ridotto in cuscinetti compatti.


Questo tipo di massaggio si focalizza sul tessuto adiposo sottocutaneo e il tessuto muscolare delle gambe e il suo scopo è agire sulla linfa al fine di favorire il suo ritorno dal piede verso il cuore, perché la linfa scorre solo in questa direzione.

A questo punto vanno spese due parole su tessuto connettivo, perché è di fondamentale importanza capire le cellule del nostro corpo possono essere paragonate a isole emergenti in un mare di connettivo, composto da collagene e acido ialuronico e altre componenti che tutte insieme costituiscono la matrice extra cellulare.

Il liquido trattenuto nella matrice extra cellulare si chiama linfa.

La linfa è un liquido trasparente, giallo paglierino o lattescente, contiene carboidrati, proteine, minerali, lipidi, aminoacidi, ormoni, vitamine, globuli bianchi.

Ecco perché, con il passare del tempo e la mancanza di movimento o una scarsa assunzione di acqua, si possono produrre dei ristagni, che poi diverranno la base della pelle ad aspetto edematoso o a buccia d’arancia.


Ed ecco perché, per riattivare la circolazione linfatica si deve agire sul tessuto connettivale esercitando delle pressioni decise, profonde e molto lente.


Piccolissimi ma vigorosi movimenti di spinta e trazione, senza staccare mai le mani dal corpo che "spostano la cute" e si concentrano sulle zone più critiche.


Proprio per la loro intensità, le digitopressioni inizialmente potranno risultare un po' dolorose, ma man mano che il trattamento procede, a prevalere sarà una sensazione di benessere generale. Tuttavia, se il massaggio è stato fatto correttamente ci si dovrebbe sentire meglio nel giro di in un giorno o due.


Ma Il massaggio connettivale è vantaggioso per la salute dell’intero organismo, perché non solo elimina ristagni linfatici, ma favorendone la circolazione opera anche da lubrificante muscolare, così da prevenire dolorose contratture.


Si rivela dunque prezioso alleato e degli sportivi, e di chi solo saltuariamente si dedica al movimento, perché mantiene il nostro apparato muscolare elastico e quindi meno suscettibile a traumi.

Prenota subito